Honeywell Evohome: il cronotermostato multizona

Evo Home pack: l’evoluzione del riscaldamento per singola stanza

Sistemi di riscaldamento intelligenti, come Hive e Nest, sembrano essere di gran moda in questo momento, tra i forum di tecnologia domestica. Trattasi di ottimi strumenti, tecnologicamente avanzati, in grado di aiutare a risparmiare denaro e a rendere più facile il controllo del riscaldamento e il raggiungimento di un benessere costante, 7 giorni a settimana. Nonostante questo, dopo aver provato anche Evohome, il nuovissimo cronotermostato firmato Honeywell, abbiamo capito che forse esistevano termoregolatori anche più intelligenti. La differenza essenziale è che, mentre la maggior parte dei sistemi di riscaldamento intelligenti sostituiscono i controlli termostato e timer nella vostra casa, Evohome si è rivelato un vero e proprio sistema in grado di gestire il calora stanza per stanza. Trattasi di una differenza sottile, ma estremamente importante in termini di benessere.
Con un classico sistema di riscaldamento basato sul termostato, si ha la possibilità di vedere contemporaneamente quando e in che modo tutti gli ambienti di casa raggiungono una temperatura impostata. Con questo dispensatore di comfort domestico, invece, è possibile controllare ogni stanza singolarmente. Ad esempio, si può decidere di riscaldare la camera da letto e il bagno al mattino, il salotto all’ora di pranzo e la cucina la sera, facendo in modo di avere sempre riscaldata la stanza che utilizzate al momento con una temperatura ideale. Questo si traduce in maggiore potere decisionale, considerato che questo cronotermostato permette di riscaldare solo le camere di casa in cui vi trovate in un dato momento della giornata o anche l’intera casa. Questa modalità di funzionamento genera un notevole risparmio energetico, che si traduce anche in termini economici, a conferma della grande versatilità di questo termoregolatore moderno di casa Honeywell.
Naturalmente, come per tutti i termostati hi-tech più evoluti,che sfruttano la connessione in remoto, si potrà controllare il clima della casa tramite smartphone per e conoscere in tempo reale i gradi centigradi presenti in ogni stanza. Sfruttando poi un collegamento internet o utilizzando il controller touchscreen dedicato, con i singoli controlli in-house, si può performare ulteriormente questo apparecchio innovativo, impiegando la sua tecnologia intelligente per semplificare notevolmente la vita nell’abitazione, alla stregua di quando si può fare con il già noto honeywell evotouch. In conclusione si tratta di un dispositivo wifi, perfetto per soddisfare tutte le esigenza famigliari in termini di comfort termico.

Caratteristiche e funzionamento

Honeywell consiglia di far installare il cronotermostato Evo home da un professionista, anche se chiunque può essere in grado di farlo, a seconda della complessità più o meno grande del proprio impianto idraulico.

Questo cronotermostato senza fili si presenta come un insieme di componenti che comunicano tra loro, grazie alle onde wireless, dando vita a quello che è un innnovativo impianto per il riscaldamento. Alcuni elementi dell’Evopack sono necessari, ma alcuni sono opzionali e permettono soltanto di ampliare e migliorare il sistema di trasmissione wifi negli appartamenti più grandi, o nelle ville che si sviluppano su più piani. Ad ogni modo, potranno essere sempre acquistati nel corso del temp.
Analizziamo i componenti essenziali di questo kit termico. In primo luogo c’è il relay senza fili che è alimentato dal boiler e collegato ad esso. Questo sostituisce il termostato e i controlli del riscaldamento classico. Un secondo relay è richiesto specificamente per l’acqua calda, qualora si disponesse di un sistema temporizzato.

Successivamente, c’è il controller, che comunica in modalità wi-fi con i comandi del radiatore, ma anche con relay della caldaia. Il pannello a colori touchscreen Evotouch può essere montato su parete, anche se il supporto da tavolo, ne esalta il design e consente di inserirlo in una qualsiasi presa di corrente e posizionarlo dove meglio si ritiene opportuno. E’ questo l’elemento fisico che sostituisce i controlli standard del timer, trasformandolo in un dispositivo per il controllo del calore domestico veramente avanzato, garantendo una termoregolazione sempre puntuale.

Nel primo kit proposto dall’azienda, leader del settore cronotermostati per l’ambiente, il controller poteva comunicare solo via RF con gli altri componenti Evohome. Questo significa che se si voleva controllare il sistema su internet, biognava aggiungere il gateway opzionale, un box aggiuntivo che andava collegato alla banda larga mediante un controller Ethernet. Tuttavia, Honeywell ha recentemente aggiornato il sistema con un nuovo controller Wi-Fi, aumentandone le performance, grazie ad una tecnologia di ultima generazione. In questo modo, una volta collegato al vostro sistema riscaldante, potrete controllare il riscaldamento via internet. Dalle prove tecniche realizzate reputiamo  questo nuovo approccio migliore, perchè permette di realizzare un sistema intelligente out-of-the-box, impiegando un minor numero di dispositivi e ad un costo decisamente inferiore.
Il controller e il relay sono in conclusione gli unici due elementi realmente necessari. In questo modo, la gestione dei comandi si rivela più semplice, sostituendo efficacemente il sistema precedente con uno più moderno e intuitivo, fornito di comandi di riscaldamento più semplici da controllare.

A scanso di equivoci, va precisato come, le valvole termostatiche HR92 siano fondamentali per il controllo autonomo di ogni area della casa. Consensoto ad ogni radiatore di ricevere un’impostazione termica individuale. A questa finalità, il controller dovrà essere installato su tutti i termosifoni, altrimenti, se ad esempio nel bagno non vi fosse, questo spazio verrebbe riscaldato automaticamente non appena la caldaia entrasse in attività, anche se di fatto non viene utilizzata in quello specifico momento.

E’ indispensabile settare correttamente tutti i dispositivi e assicurasi che siano collegati al controller. Si ricorda come sia possibile impostare la programmazione fino a 12 zone distinte in una stessa casa (questo dipenderà dalla dimensione dell’abitazione). Ogni zona potrà comprendere situazioni differenti, come ad esempio una camera con un singolo radiatore, oppure una stanza con più termosifoni o ancora comprendere contemporaneamente più camere insieme.

Come configurare Honeywell Evohome

La prima operazione da fare è quella di installare il programma di sincronizzazione. Per effettuare questo bisognerà configurarlo attraverso controller. All’inizio si rischia di restare un po’ spiazzati. Infatti ci vuole un po’ di tempo per capire cosa fare all’inizio, essendo questo cronotermostato multi zona abbastanza diverso dagli altri e per questo richiede una programmazione più particolareggiata. Con un sistema di riscaldamento tradizionale, si può infatti impostare un’unica temperatura per l’intera casa e quindi scegliere in quali orari si desidera che il riscaldamento si accenda e si spenga. Con il crono Evo home, il riscaldamento è tecnicamente sempre acceso, ma si può decidere la il tepore termico che si preferisce, a seconda di ogni zona che si ha intenzione di riscaldare. Quando in una delle “zone” impostate la temperatura scende sotto la soglia stabilita, la caldaia si accende in automatico, o per meglio dire, attiva ogni singolo radiatore.

Ogni zona può avere fino a sei punti di commutazione, ognuno con il proprio periodo di tempo e la propria temperatura. Ad esempio, è possibile impostare una camera da letto in modo che abbia 12 gradi durante la notte, 18 gradi la mattina, prima di scendere a 9 gradi quando non c’è nessuno in casa.

Ogni giorno è possibile modificare le impostazioni in base alle esigenze personali: potete impostare il programma in base ai momenti in cui voi e la vostra famiglia usate le varie stanze. Oltre a poter modificare manualmente ogni zona, c’è anche una facile procedura guidata che con semplici domande relative all’utilizzo di ogni stanza per impostare tutto in modo automatico. Anche con la procedura guidata, ci vuole una settimana o due per fare sì che tutto sia impostato correttamente. Nel manuale di istruzioni, molto semplice e chiaro, potete trovare delle pagine utilissime a riguardo.

Prezzi

Honeywell Evohome si può trovare a svariati prezzi di vendita e in molti siti web online. Fondamentalmente, il costo di questo termoregolatore cambia in base alle zone che si vogliono riscaldare e quindi al numero di componenti del kit. Un cronotermostato EvoHome a 4 zone costa circa 600 euro, a sei zone invece raggiunge i 950 euro e invece, la versione maggiore, che copre ben 12 zone, ha un valore di mercato di circa 2000 euro. Ovviamente, la scelta dipende dal numero di stanze della vostra casa. Come è logico che sia, se il plesso abitativo ha 4 stanze, potete prendere quello da 4, oppure se avete 10 stanze ma ne volete riscaldare solo 6, cioè quelle che utilizzate con più frequenza, vi bastarerà quello da 6 aree. A parte un prezzo significativamente più basso, se paragoniamo questo cronotermostato senza fili a dispositivi per la termoregolazione precedenti, il paragone non può reggere. Se si considere ad esempio, i modelli da cm907 e cm901, potranno essere essere acquistati su Ebay o Amazon spendendo al massimo un centinaio di euro, ma non disporranno mai di una tecnologia intelligente come quella del crono Evohome prodotto da Honeywell.

evohome-connected-pack

Opinioni

Io e la mia famiglia abbiamo acquistato una casa molto grande per avere più spazio per stare con i nostri bambini. Per noi era diventato difficoltoso e molto dispendioso riscaldarla tutta anche se stavamo magari in una sola stanza. Non sapevamo come fare, perché arrivavano delle bollette altissime essendo una casa di 1500 metri quadrati. Quando abbiamo scoperto le ultime novità del settore tecnologico grazie ad un nostro amico ingegnere, abbiamo deciso di acquistare il termostato super moderno Honeywell Evohome: in questo modo, possiamo riscaldare solo le zone della casa in cui siamo in quel momento, evitando un enorme dispendio di energia e di denaro.


Antonio D.  -impiegato

 

Leave a Reply